banner_mostre


ANDRETTA  Auditorium – Piazza Ragazzi del ’99 
Sabato 30 settembre 2017  PREMIO WERNER BISCHOF IL FLAUTO D’ARGENTO ALLA MEMORIA A GIAN BUTTURINI a  cura di Renato Fischetti, ideatore del premio e  Paolo Speranza, direttore della rivista Quaderni di CinemaSud

 

ANDRETTA – Auditorium – Piazza Ragazzi del ’99 
Venerdi’ 29 settembre 2017  Proiezione del film : IL MONDO DEGLI ULTIMI di GIAN BUTTURINI

 

ANDRETTA – Auditorium – Piazza Ragazzi del ’99
Domenica 13 Agosto 2017  INAUGURAZIONE MOSTRA FOTOGRAFICA  DI GIAN BUTTURINI “ C’ERA UNA VOLTA L’OSPEDALE PSICHIATRICO ”  a cura di Elvira A. Miele e Michele D’Onghia 

 



MANIFESTOMOSTRAGIANBUTTURINI

Terminata la due giorni dedicata al  CORTEO STORICO ANDRETTESE 2017 – IX edizione IL VIAGGIO DELL’IMPERIALE NEL XX SECOLO inizia con la mostra fotografica  di Gian Butturini “ C’era una volta l’ospedale psichiatrico “  a cura di Elvira A. Miele e Michele D’Onghia La mostra aprirà i battenti  domenica 13 agosto alle 17,00, presso l’auditorium in piazza Ragazzi del ’99 e terminerà il 30 settembre con l’assegnazione del Premio Werner Bischof Il Flauto d’argento  XIII Edizione  a  cura di Renato Fischetti e  Paolo Speranza. Nella mostra  di Gian Butturini  grande fotografo del XX Secolo, testimone d’eccezione dell’operato di Franco Basaglia,oltre ai ritratti dei pazienti, troviamo quelli dei medici, operatori culturali illustri (tra gli altri Dario Fo e Alda Merini) e di David Cooper, tra i padri della critica alla psichiatria tradizionale e presente. Il Premio Werner Bischof Il Flauto d’argento, nato a Guardia dei Lombardi a fine secolo scorso per iniziativa di Renato Fischetti è stato assegnato a Gianni Berengo Gardin, Romano Cagnone, Francesco Cito,Luciano D’Alessandro, Tano D’Amico, Mario Dondero , Cristina Garcia  Rodero,Guido Giannini, Mimmo Jodice, Raghu Rai, Ferdinando Scianna tra i più grandi fotografi del secolo XX,  contribuendo a far conoscere di anno in anno i paesi irpini che lo ospitano. Il 29 settembre alle ore 18,00 presso l’auditorium, in piazza Ragazzi del ’99, sarà proiettato il film “ Il mondo degli ultimi “ di Gian Butturini, un film che documenta le lotte agrarie tra Bassa bresciana e Cremonese nel secondo dopoguerra, che ha ottenuto riconoscimenti al Festival di Mosca   e i San Sebastian, quindi acquisito dalla RAI, e ha ricevuto la Targa d’oro al Laceno d’oro 1981. Alla proiezione saranno presenti otre ai familiari di Butturini, l’attore Lino Capolicchio, protagonista del film, Horacio Duran  “ charanguista “ storico e   fondatore nel 1967  del leggendario gruppo degli  Inti-Illimani, che hanno composto le musiche per il film,  Attilio Bulla, che sindaco giovanissimo di Villachiara , rese possibile la realizzazione del film.

 

 

 

INAUGURAZIONE :DOMENICA 13 AGOSTO ORE  17,00

GIORNI DI APERTURA :       DOMENICA 13 AGOSTO – MARTEDI’ 5 SETTEMBRE 

                                               SABATO    9 – DOMENICA 10 SETTEMBRE

                                               SABATO   16 – DOMENICA 17  SETTEMBRE

                                               SABATO   23 – DOMENICA 24 SETTEMBRE

                                                 VENERDI’ 29 – SABATO 30 SETTEMBRE

ORARI DI APERTURA :LUNEDI’, MARTEDI’, MERCOLEDI’, GIOVEDI’, VENERDI’, SABATO: ORE 17,00 – 19,00

DOMENICA: ORE 10,00 – 12,30   /  ORE 17,00 – 19,00

6052

  BISACCIA  -Castello Ducale-  museo_bisaccia
Sabato 29 Ottobre – Domenica 06 Novembre  2016 (orario 11-13 ◊ 17-19 ingresso libero)   

locandina_vitoni

titolo_vitoni

 


  I mostri che abbiamo dentro ognuno di noi, sono li perché li creiamo, da bambini, nei vari stadi della costruzione del reale e nella formazione e strutturazione dell’immaginario. La presenza del mostro continua ad accompagnarci anche dopo, durante la nostra crescita e oltre. Ma per maturare ed evolverci, dobbiamo riuscire a domarli. Il tema dei “mostri” che abitano nell’intimo dell’uomo e possono emergere alla luce della coscienza come da una caverna sotterranea che abbia un solo pertugio comunicante con l’alto e con l’esterno, è un tema ricorrente nella pittura e nella scultura di Vitoni.
Vitoni cerca di rappresentare, di far uscire alla superficie del visibile e materializzare, attraverso la sua arte, i mostri che abbiamo dentro.
Vitoni raffigura l’umano che si aliena da se stesso, partorendo il mostro della disidentità.
Nella estrema diversità dei linguaggi espressivi l’arte si accosta oggi come sempre al multiforme universo psichico. Dai contrasti di Eros e Thanatos al desiderio di cogliere ciò che si situa al di là dell’apparenza, l’occhio dell’artista riesce a penetrare l’essenza deformata dell’Ombra umana, a definire i contorni dell’incubo, della disperazione, della perdita dell’identità, conferendo loro il potere della trasformazione e dell’integrazione.
E’probabile che il mostro, una volta rappresentato, cessi di essere un essere terrifico per trasformarsi in un prodigioso evento trasformativo.

Sospeso tra pittura e scultura.
VITONI è l’acronimo con cui l’artista napoletano VIto Tonino Nicoletta dall’anno 2007 firma le sue opere.
Attratto da sempre dalle arti figurative: la fotografia prima, la grafica poi, dal 2007 si dedica anche alla pittura, in particolare a quella sperimentale utilizzando tecniche miste di grande impatto cromatico.
Come formazione artistica è autodidatta.
La ricerca di nuove forme espressive porta l’artista all’uso di tecniche pittoriche marcatamente simboliche in cui domina l’istintività alla ricerca di soluzioni in grado di esprimere uno stato dell’animo o un concetto.
I suoi lavori perseguono un astrattismo surreale con un’attenzione rigorosa alla sperimentazione informale, con uno stile molto personale e intriso di una marcata vena onirica.
Artista poliedrico persegue una costante ricerca pittorica finalizzata ad una naturale evoluzione artistica che gli ha sviluppato nel tempo una tecnica ed uno stile assolutamente originali. foto_pitt
Solo recentemente ha scoperto questa sua nuova vocazione per la scultura, ritrovandosi in un naturale rapporto con il ferro e la pietra, materiali resistenti al gesto dell’artista, ed il più docile legno. Con innata naturalezza, forgia la materia plasmandola nelle forme in un corpo a corpo tra l’opera e lo scultore che infonde forza e vita ad una sostanza informe ed inerme.
L’attività espositiva è caratterizzata da mostre personali e collettive sia presso gallerie private che in spazi pubblici.
I suoi lavori, sono presenti in numerose collezioni sia in Italia che all’estero.

www.vitonicoletta.it  instagram twitter facebook

 

 


banner_mostre

GUARDIA DEI LOMBARDI  -Piazzale della chiesa Madre-
Sabato 17 Dicembre  2016  ore 17,00 ( ingresso libero)

siconolfiMostra fotografica :OBIETTIVO SULL’IRPINIA”
I luoghi dell’Imperiale nel XXI secolo
a cura di : Franco Siconolfi
 Location: Guardia dei Lombardi – piazzale della chiesa Madre-
Franco Siconolfi : Nato a Guardia Lombardi (AV)  mostra da sempre la passione per la fotografia, inizialmente per quella paesaggistica per poi scoprire anche quella naturalistica e per i ritratti.In giro per il mondo sviluppa un’attitudine per la creazione di immagini ricche di significato e dallo stile semplice e naturale, ma da sempre innamorato del suo paese e in particolar modo dell’Irpinia, si dedica pienamente alla valorizzazione del territorio, dei sapori e dei mestieri tipici di questi luoghi, non solo come appassionato della fotografia ma anche come Presidente della proloco “I Longobardi “.Nel 2011 partecipa e vince il Concorso Fotografico Nazionale “Passione Italia” conquistando, con la fotografia di un panorama notturno di Guardia Lombardi, la prima pagina dell’elenco telefonico della provincia di Avellino.Nel 2012 dopo il conferimento da parte del corriere del mezzogiorno  della “MENZIONE ARGENTO”  allestisce la sua prima mostra fotografica, il soggetto principale è il suo piccolo paese natio, riscuotendo così un enorme successo tanto da doverla riproporla in diverse location irpine .


banner_mostre

MORRA DE SANCTIS  – Castello Principi Biondi Morra-
Sabato 05 Novembre  2016 ore 17,00 (ingresso libero)

mostra_morraMostra fotografica : “MORRA IERI E OGGI
a cura di : Proloco e Amministrazione comunale.
 Location: Morra De Sanctis  – Castello Principi Biondi Morra-
Morra ieri e oggi: La mostra Morra ieri e oggi promossa in rete dal gruppo”Morra ieri e oggi” e poi curata nei dettagli dalla Proloco con il Presidente Francesco Pennella e dall’Amministrazione comunale diretta dal sindaco Pietro Mariani contiene fotografie arrivate da mezzo mondo, della popolazione e dei tanti morresi sparsi in Italia e nel mondo.
Rappresenta uno spaccato in bianco e nero di una società ormai cancellata dal tempo ma sempre viva nella memoria di ciascuno di noi.
  La mostra è stata divisa in aree tematiche : Vedute, bambini, ritratti, famiglie, matrimoni, gruppi, cerimonie e, lavoro , militari , musica e sport.sezioni che vanno dalle cerimonie ai mestieri dalle vedute alle attività del tempo libero alle famiglie.


 

banner-vuoto

Cookie Policy

"Corteo storico Andrettese 2016 -VIII Edizione- Il viaggio dell'Imperiale nel feudo e dintorni". Finanziato dal programma operativo complementare (P.O.C.) 2014-2020 linea strategica 2.4. "Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura". Sezione "Iniziative promozionali sul territorio regionale". Deliberazione di Giunta Regionale n°281 del 14/06/2016. Programma Giugno 2016- Gennaio 2017"